In programma per il 13 Giugno l’ultimo appuntamento degli “Incontri Primaverili” al Santa Maria Nuova

Scritto da Ufficio Stampa

E’ fissato per giovedì 13 giugno, a partire dalle ore 17.00, presso la sala conferenze del Santa Maria Nuova, l’ultimo seminario in calendario degli “Incontri Primaverili” 2019 promossi dalla Fondazione Santa Maria Nuova onlus e dall’Ausl Toscana centro, con la collaborazione del Consolato Americano generale di Firenze.
L’appuntamento, organizzato dal Dottor Manuele Bellonzi, direttore dell’Ufficio Affari Internazionali Ausl Toscana centro, tratterà la vita della liberazionista afroamericana Sarah Parker Remond (1826-1894) che nella seconda metà del diciannovesimo secolo (1868) riuscì a conseguire un diploma di pratica medica professionale presso la scuola ospedaliera fiorentina di Santa Maria Nuova.

 

La Remond, originaria di Salem, nel Massachusetts, dove era nata in una famiglia di afroamericani liberi molto attivi nella campagna contro la schiavitù (il fratello, Charles Lenox, fu un noto conferenziere abolizionista tra i primi a parlare degli orrori della schiavitù), già stimata conferenziera in Inghilterra a partire dal 1858, anno nel quale conosce fra gli altri Garibaldi e Mazzini, arriva a Firenze nell'agosto del 1866 con una lettera di presentazione proprio di quest’ultimo. Il nome di "Sarah Parker Remond, negra d'America" comparirà così tra gli studenti ammessi al dipartimento di ostetricia all'ospedale di Santa Maria Nuova per l'anno accademico 1866-67.

Relazioneranno sull’argomento la professoressa Julia Bolton Holloway e la dottoressa Sirpa Salenius, esperte del personaggio e del periodo storico all'interno del quale è collocato. Moderatore del dibattito sarà il dottor Giancarlo Landini, presidente della Fondazione Santa Maria Nuova onlus.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.