Notizie

Percorso Pediatrico dell’ospedale del Mugello esteso a 24 ore

Scritto da Daniela Ponticelli

pediatria mugello ambulatorio

Da oggi sarà esteso sulle 24 ore l’accesso al Percorso Pediatrico dell’Ospedale del Mugello. Passa così da una disponibilità di 10 ore al giorno (prima era aperto dalle 9 alle 19) l’importante servizio dedicato ai piccoli pazienti e alle loro famiglie che risiedono nel territorio mugellano. Aperto nell’aprile 2018, in quindici mesi di attività ne hanno usufruito 1130 bambini, soprattutto nei giorni pre-festivi e festivi.

Sul totale dei bambini curati solo per uno è stato necessario il ricovero. Per gli oltre mille bambini il disagio della degenza è stato invece evitato, con la visita e le eventuali valutazioni specialistiche nell’Ambulatorio, collocato all’interno dell’area pediatrica e neonatologica diretta dalla dottoressa Rosalia Emidia Di Silvio.

Le patologie maggiormente trattate sono state quelle dell’ apparato gastroenterico (stomatiti, enteriti, gastroenteriti, stipsi,… ) respiratorie ( otiti, rinofaringiti, asma bronchiale...), traumi cranici minori, febbre e convulsioni febbrili, ma anche infezioni delle vie urinarie e orticarie: tutte patologie di minore gravità, sia da un punto vista clinico che assistenziale e, quindi, riconducibili a codici minori (il 4 e 5).

Una volta usciti dall’Ambulatorio i bambini tornano a casa, con la prescrizione delle terapie da seguire, o eventuali approfondimenti diagnostici, in sinergia con i pediatri di famiglia.

Il percoso per i piccoli pazienti inizia nel pronto soccorso, diretto dal dottor Roberto Vannini, per proseguire appunto in pediatria dove vengono accolti e visitati dal personale medico e infermieristico, in quel momento in turno, e che svolge l’attività assistenziale in reparto.

Sono state realizzate anche delle piccole orme gialle che indicano ai genitori il percoso fino all’arrivo in pediatria.

La stretta e reciproca collaborazione tra il personale del pronto soccorso e la pediatria ha permesso di potenziare il servizio oltre all’ apprezzabile integrazione tra il personale medico e quello infermieristico (diretto dal dottor Antonio Gant) : in particolare va evidenziata l’appropriata selezione dei bambini da parte degli infermieri del triage del pronto soccorso.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.