Babbo Natale con il suo sacco di doni farà tappa all’ospedale Santo Stefano Sarà una gradita sorpresa per tutti i bambini ricoverati, l’appuntamento è per mercoledì 19 dicembre

Scritto da Vania Vannucchi

Babbo Natale visita i bambini ricoverati al Santo Stefano. Arriverà, con il suo sacco di doni, mercoledì 19 dicembre alle ore 10.00. Ad accoglierlo i rappresentanti ed il presidente del Centro dei diritti del malato di Prato Fabio Baldi e la dottoressa Irene Bellini ed altri dirigenti della direzione Sanitaria del Presidio ospedaliero.
Babbo Natale farà tappa in ostetricia, pediatria e pronto soccorso pediatrico, distribuirà i doni ai piccoli ricoverati e porterà un sorriso ed il proprio augurio, per condividere un momento di gioia con i bambini e le loro famiglie.

Leggi tutto...

S. Pietro Igneo. Gli Auguri di Natale ai pazienti e agli operatori del Sindaco, Spinelli, del consigliere regionale Sostegni e del direttore generale Morello. Nuovi progetti per il presidio di Fucecchio che resta anche eccellenza nell’ortopedia protesica

 

Scritto da Daniela Ponticelli, martedì 12 dicembre 2018

Auguri di Natale con brindisi stamattina al San Pietro Igneo. Il Sindaco Alessio Spinelli, il consigliere regionale Enrico Sostegni e il direttore generale Paolo Morello Marchese, insieme al direttore sanitario Emanuele Gori e alla responsabile della struttura dottoressa Eloisa Lo Presti, hanno incontrato i pazienti e gli operatori per uno scambio augurale per le prossime festività.

Leggi tutto...

Ospedale del Mugello. L’azienda delibera il progetto di riqualificazione del presidio mediante lavori di ristrutturazione, ampliamento con adeguamento sismico. Saccardi “Rispettati gli impegni presi con i Sindaci e il territorio.

Scritto da Daniela Ponticelli, mercoledì 12 dicembre 2018

Ora ci sono il progetto, l’investimento e il cronoprogramma per riqualificare l’Ospedale del Mugello mediante lavori di ristrutturazione, ampliamento e adeguamento sismisco.
Sarà un Ospedale più sicuro e più grande. Nel progetto particolare attenzione è stata posta alla valorizzazione e potenziamento dei servizi attuali (per esempio ampliamento del pronto soccorso e della chirurgia, riorganizzazione del laboratorio analisi) e alla realizzazione di nuovi reparti (principalmente in area medica e materno infantile), ai collegamenti orizzontali e verticali per migliorare i percorsi interni, al comfort dei ricoverati e agli spazi di lavoro per gli operatori, al rinnovamento totale di tutti gli impianti tecnologici (igienici, termici, ecc..) guardando alla sostenibilità ecologica.

Leggi tutto...

Meningite: confermata dai sanitari del San Giuseppe la prognosi riservata per il ragazzo di Santa Croce Sull’Arno Si conclude oggi la profilassi dei contatti stretti

Scritto da Vania Vannucchi, mercoledì 12 dicembre 2018

E’ ancora in prognosi riservata il ragazzo di Santa Croce sull’Arno, ricoverato da ieri nella terapia intensiva del San Giuseppe con diagnosi di meningite da meningococco di tipo B. L’Unità funzionale Igiene Pubblica di Empoli in collaborazione con i medici di medicina generale, concluderà oggi le procedure di profilassi per i contatti stretti che hanno interessato circa 50 persone: i compagni e gli insegnati della Scuola e della squadra di calcio frequentate dal ragazzo. Sono stati inoltre sottoposti a profilassi 30 operatori sanitari.

Un caso di meningite da meningococco di tipo “B” in un ragazzo di Santa Croce sull’Arno ricoverato al San Giuseppe

Scritto da Daniela Ponticelli

E’ stata confermata dal laboratorio di immunologia della AOU Meyer la diagnosi di meningite da meningococco di tipo “B” in un ragazzo di 16 anni, residente a Santa Croce sull'Arno, attualmente ricoverato presso l’ospedale di Empoli. Il ragazzo ha accusato da ieri malessere con vomito e cefalea, in nottata è stato portato al Pronto Soccorso dell’ospedale San Giuseppe e subito sottoposto agli accertamenti e alle cure del caso: le sue condizioni hanno comportato il ricovero in Terapia Intensiva. Il giovane non era vaccinato per Meningococco B. L’Unità Funzionale di Igiene Pubblica

Leggi tutto...

Donne e gioco d’azzardo: un mondo sommerso A questo tema è dedicato un Convegno giovedì 13 dicembre a Pistoia

Scritto da Vania Vannucchi, martedì 11 dicembre 2018 

Il gioco d’azzardo si veste anche di rosa. Sempre più donne impiegano il tempo nel “gioco”: scommesse, carte, gratta e vinci, slot machine e giochi praticati da casa o con lo smartphone, un mondo che rivela una comunità sommersa di giocatrici. L'azzardo nelle donne è un fenomeno spesso sottostimato ed anche l’impatto sulla società è sottovalutato. Al tema “Donne e Azzardo, un mondo sommerso: verso una nuova prospettiva nella clinica e nella ricerca” è dedicata una giornata di approfondimento organizzata dal Dipartimento Salute mentale e dipendenze dell’AUSL Toscana Centro diretto da Giuliano Casu. Il Convegno si terrà giovedì 13 dicembre dalle ore 8.30 nell’Aula Magna Cino da Pistoia – Polo Universitario in via Sandro Pertini 358 a Pistoia.

Leggi tutto...