HOSPICE “LA LIMONAIA” AUMENTA DISPONIBILITA’ DI RICOVERO SACCARDI: “SOSTENERE PERCORSI DI QUALITA’ PER LE PERSONE MALATE FINO ALLA FINE DELLA VITA E’ UN NOSTRO OBIETTIVO”

Scritto da Daniela Ponticelli, martedì 4 luglio 2017

 

Pistoia – Aumenta la disponibilità di posti letto all’Hospice “La Limonaia” situato nel Comune di Lamporecchio, in località Spicchio nella zona distretto della Valdinievole. Così come annunciato dall’Assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi in occasione della sua recente visita ai sevizi socio-sanitari della Società della Salute della Valdinievole nei prossimi giorni entreranno in funzione 6 nuovi posti letto. In totale, ora, i posti disponibili saranno 13 di cui 11 a carattere residenziale e 2 di day hospice, così da garantire una maggiore offerta assistenziale per il territorio di Pistoia e in generale in tutta l’Azienda USL Toscana centro. Per l’attivazione dei nuovi posti letto è stato acquisito nuovo personale.

La struttura inoltre potrà presto accogliere non solo pazienti oncologici ma, con gradualità e conclusa la necessaria formazione del personale, anche persone con patologie croniche in fase avanzata di malattia (ad esempio Sla e/o insufficienze di organo) così da sostenere anche le famiglie.


"L'attivazione dei nuovi posti letto - ha detto l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - è davvero una buona notizia.

Sostenere percorsi assistenziali di qualità per le persone malate fino alla fine della vita è uno degli obiettivi che la Regione Toscana si è data e che stiamo perseguendo nella convinzione che il miglioramento della qualità dell'assistenza sanitaria in una fase così delicata sia decisivo per una sanità pubblica che garantisca realmente diritti e dignità della persona. In questo percorso, che ha recepito gli accordi Stato-Regioni in materia di lotta al dolore, cure palliative e progetto "Ospedale-territorio senza dolore" si inserisce l'ampliamento dell'offerta assistenziale nel territorio di Pistoia".

 

L’Hospice della Valdinievole è stato inaugurato nel 2015, dopo un consistente progetto di ristrutturazione ed ampliamento con la realizzazione di ben quattro livelli: le camere sono tutte singole, con bagno e offrono la possibilità di accogliere anche un accompagnatore. Sono inoltre presenti ambulatori specialistici e infermieristici, oltre ad un’area soggiorno e una cucina a disposizione, che possono essere utilizzati autonomamente dai pazienti, familiari ed amici. La struttura risponde non solo ai bisogni clinici dei pazienti ma, se necessario, anche alle loro necessità psicologiche e sociali grazie alla presenza di una equipé multidisciplinare (composta da medici palliativisti, specialisti, infermieri, psicologi, operatori socio sanitari, fisioterapisti, ecc…), che oltre ad assistere la persona sostiene anche i familiari.

 

Gli ulteriori posti letto presso l’Hospice - ha dichiarato il direttore della SDS Valdinievole, Claudio Bartolini - vanno ad aggiungersi agli attuali 8 posti letto di cure intermedie e che entro la fine dell’anno diventeranno 18, di cui 4 riservati a soggetti affetti da Alzheimer, potenziando così una rete di strutture intermedie differenziate per tipologia in grado di rappresentare una valida alternativa ai ricoveri ospedalieri impropri”.

 

Soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente della Società della Salute della Valdinievole, Pier Luigi Galligani perché “sono stati rispettati e resi operativi gli impegni assunti”.