Pistoia Capitale Italiana della Cultura celebra la Giornata Internazionale della Fisica Medica dal 6 all'8 novembre

Il 7 novembre è l’anniversario della nascita di Marie Curie, data in cui in tutto il mondo si celebra la “Giornata Internazionale della Fisica Medica”, dedicata a tutti i ricercatori e professionisti che operano nell’ambito della fisica applicata alla medicina: i Fisici Medici. Ad oggi Il numero di strumenti comunemente utilizzati negli ospedali che sono stati sviluppati da ricercatori di questo settore è veramente notevole, si pensi solo al largo uso dei raggi x, sia per scopi diagnostici che terapeutici, alle risonanze magnetiche, ai laser usati in chirurgia e così via.

In particolare quest’anno ricorre il 150esimo anniversario della nascita della scienziata. L’Associazione Italiana di Fisica Medica (AIFM) assieme al Comune di Pistoia ha scelto di celebrare l’importante ricorrenza nella Capitale Italiana della Cultura 2017, la bellissima e preziosa città di Pistoia. Vista l’importanza dell’evento nonché la rilevanza della cornice, AIFM ha preparato una rassegna di eventi che inizieranno lunedì 6 e proseguiranno fino a mercoledì 8 novembre mattina.

Il 6 novembre si svolgerà il simposio dal titolo “La Scienza per l’Arte”, promosso da AIFM assieme all’Università di Firenze ed al Comune di Pistoia, durante il quale ospiti di grande rilevanza e notorietà sul panorama nazionale ed internazionale mostreranno l’impatto della scienza al servizio delle belle arti.  Si sottolinea, in particolare, la presenza del Professor Antonio Paolucci, già Direttore dei Musei Vaticani, e del professor Massimo Inguscio, Presidente del CNR. Patrocinano la giornata La Regione Toscana, il CNR e l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze.

Il 7 novembre nel primo pomeriggio si apriranno i lavori del convegno “Il Futuro della Fisica Medica”, al quale interverranno tra i più illustri scienziati che operano in ambiti di ricerca vicini alle Scienze della Salute. I lavori saranno aperti dalla lezione magistrale del professor Luigi Dei, Rettore dell’Università di Firenze, dal titolo “Maria Sklodowska Curie: l’ostinata abnegazione di un genio”.

Il convegno proseguirà il giorno 8 novembre mattina, dove verranno discusse le future sfide per questo settore scientifico.

Le nuove e forse inaspettate possibilità di innovazione in medicina che saranno presentate nelle giornate sono tutte riconducibili ai già noti principi della fisica. Sta di fatto che la cultura scientifica, e segnatamente quella fisica, è caratterizzata da un’intrinseca unitarietà in tutte le diverse applicazioni. Il simposio sulla Scienza per l’Arte che precedere la celebrazione della Giornata Internazionale della Fisica Medica contribuisce a sottolineare questa unitarietà. Si celebra il valore della Scienza al servizio della Salute e della Bellezza, entrambe essenziali per l’uomo.  In questo contesto, non appare improponibile affermare che la Fisica Medica costituisce una componente importante dell’umanesimo di oggi.