Elisuperficie della montagna Paolini: “il sito di atterraggio pienamente utilizzabile per i soccorsi”

Scritto da Daniela Ponticelli, martedì 5 dicembre 2017

Pistoia – “L’elisuperficie della Montagna pistoiese è pienamente utilizzabile per le missioni di soccorso e, fino ad oggi, non ci è giunta alcuna segnalazione sul sito di atterraggio”. Lo ha dichiarato il dottor Piero Paolini, direttore dell’area Centrali operative 118 dell’Azienda USL TC, il quale precisa che nel campo sportivo di Severmino a San Marcello il servizio può funzionare regolarmente; fatto che peraltro sta avvenendo e senza alcun impedimento.

Gli atterraggi del Pegaso possono avvenire anche se l’integrità del campo non è perfetta, un’eventualità che si può verificare spesso durante il periodo invernale” –aggiunge il direttore del 118.

L’Elisuperficie è stata inaugurata lo scorso ottobre per mettere ulteriormente in sicurezza la popolazione residente in Montagna. L’elisoccorso può volare sia di giorno che di notte, potenziando così gli interventi in emergenza e urgenza.

Per la Montagna e per le missioni notturne è attivato il Pegaso 3 proveniente dall’aeroporto di Massa e Cinquale, mentre durante le ore diurne può essere attivato anche Pegaso 1 proveniente da Ponte a Niccheri. Il velivolo è attivato dalla Centrale Operativa 118.

Il campo sportivo può essere utilizzato anche per interventi non sanitari ma di Protezione Civile; la doppia valenza del servizio è fondamentale in quanto tutta l’area montana è ad alto rischio sismico.

Nel 2016 gli interventi effettuati dall’Elisoccorso sono stati 44, di cui la maggior parte all’Abetone; dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati 44.