Ufficio Relazioni Con il Pubblico

Partecipazione

E' riconosciuta quale principio fondante del servizio sanitario sin dalla sua istituzione (Dlgs 502/1992);

il 14 dicembre 2017 è stata approvata la Legge regionale n.75 su "Disposizioni in materia di Partecipazione e di Tutela dell'utenza nell'ambito del servizio sanitario regionale. Modifiche alla Legge Regionale n.40/2005"

Nelle aziende ed enti del servizio sanitario regionale, già da anni operavano i Comitati di partecipazione ma, a seguito della riorganizzazione del servizio sanitario di cui alla L.R n.84/2015, la Regione Toscana ha ritenuto opportuno qualificare ulteriormente l'attività dei comitati stessi e procedere parimenti ad una complessiva revisione della partecipazione con l'obiettivo di renderla più consapevole ed efficace; il nuovo sistema di partecipazione è integrato e articolato con l'organizzazione, con i livelli regionale, aziendale e di zona distretto, in relazione e comunicazione biunivoca tra loro.

L’obiettivo dell’ampliamento della tutela dei cittadini parte dalla costituzione ex novo di un preciso rapporto tra Azienda ed Associazioni che avviene tramite la stipula di protocolli d’intesa che prende avvio con la richiesta di adesione corredata dello Statuto e di copia del documento di identità del Legale rappresentante.

Vedi: Come aderire al protocollo d'intesa


 Vedi anche:

Ufficio Relazioni con il Pubblico Firenze

Ufficio Relazioni con il Pubblico Empoli

Ufficio Relazioni con il Pubblico Prato

Ufficio Relazioni con il Pubblico Pistoia

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.