Chirugia della mano

La sindrome del tunnel carpale - Diagnosi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Che cos’è la sindrome del tunnel carpale?

Il “tunnel carpale” è un canale del polso attraverso il quale passano il nervo mediano e i nove tendini flessori delle dita della mano. Lo schiacciamento del nervo è all’origine di questa sindrome.

Che cos’è la sindrome del tunnel carpale?

Il “tunnel carpale” è un canale del polso attraverso il quale passano il nervo mediano e i nove tendini flessori delle dita della mano. Lo schiacciamento del nervo è all’origine di questa sindrome.

Quali sono le cause della sindrome del tunnel carpale?

Le cause alla base della sindrome del tunnel carpale sono diverse. Una delle cause può essere la tenosinovite, ovvero l’infiammazione della guaina che riveste i tendini flessori, che aumentando di volume comprime il nervo mediano. Altre condizioni come le lussazioni articolari o le fratture possono esserne causa, così come malattie della tiroide, il diabete e l’artrite reumatoide. Talvolta si presenta durante la gravidanza a causa dell’accumulo di liquidi dovuto allo squilibrio ormonale.
Anche i lavoratori manuali o sottoposti a prolungate vibrazioni (martello pneumatico) sono a rischio di sviluppare la sindrome del tunnel carpale.

 la sindrome del tunnel carpale

 

 

 

Quali sono i sintomi della sindrome del tunnel carpale?

Il formicolio alle prime dita della mano, in alcuni casi insieme al dolore, soprattutto di notte, sono i sintomi più comuni. La sindrome del tunnel carpale si manifesta solitamente con intorpidimento e formicolio del pollice, dell’indice, del medio o dell’anulare, ma non del mignolo; raramente si può percepire una sensazione di bruciore. Scuotere le mani può ridurre i sintomi, anche se per un periodo limitato. Nella maggior parte dei casi i sintomi hanno un andamento intermittente ma talvolta possono essere sempre presenti.
Nel tempo, i muscoli della mano possono indebolirsi e diminuire di volume per il mancato uso (atrofia).

Diagnosi

La diagnosi si basa sull’esame clinico e sull’esame della conduzione nervosa (elettromiografia).

Trattamento

Nelle fasi iniziali il trattamento può essere di tipo conservativo e prevede l’utilizzo di:

  • Tutore
  • Trattamento della causa di base
  • Terapia farmacologica
  • Iniezione di corticosteroidi

Nelle fasi più avanzate o in caso di fallimento del trattamento conservativo si ricorre all’intervento chirurgico.

L’intervento viene praticato in anestesia locale e prevede una piccola incisione di circa 2-3 cm sul palmo della mano che permette di evidenziare il “tetto” del tunnel carpale (legamento trasverso del carpo) e di sezionarlo, determinando la riduzione della compressione sul nervo mediano.