Notizie

Potenziata l’attività dell’ambulatorio di agopuntura e medicina tradizionale cinese per pazienti oncologici

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Apertura tre giorni a settimana per ridurre gli effetti collaterali da chemio e radioterapia

Scritto da Vania Vannucchi  

Potenziata l’attività dell’ambulatorio di agopuntura e medicina tradizionale cinese

per supportare i pazienti oncologici nel loro percorso di cura e ridurre gli effetti collaterali di chemio e radioterapia.

Il servizioubicato presso il presidio ex Misericordia e Dolce in via Cavour 87, sarà attivo tre giorni alla settimana rispetto all’apertura di un solo giorno settimanale. L’attività clinica è affidata alla dottoressa Lorenza Magherini, medico della struttura operativa geriatria, diretta dalla dottoressa Donatella Calvani e coordinata dal Centro Fior di Prugna, struttura operativa Centro coordinamento aziendale Medicina complementare dell’Azienda USL Toscana Centro, diretta dal dottor Carmelo Pasquale Guido.

L’ambulatorio è aperto nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 8 alle 14. E’ necessaria la prenotazione che può essere effettuata presso l’A.I.U.T.O Point (Punto servizi dedicato al paziente oncologico) ubicato al primo piano - percorso B dell’ Ospedale Santo Stefano, con queste modalità:

  • di persona, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13.30
  • scrivendo una mail all’indirizzo:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per prenotare è necessario essere residenti in Toscana. Per informazioni e/o cambiamenti di appuntamento o di esami ambulatoriali contattare il numero telefonico 0574-805304 (da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 14.00).

“In considerazione dell’aumento degli accessi di pazienti oncologici, il nostro impegno si è concentrato sul potenziamento di questo servizio – ha detto il dottor Carmelo Pasquale Guido. E’ importante migliorare la qualità di vita del paziente oncologico durante il suo percorso di cura e quindi dobbiamo trattare e ridurre gli effetti collaterali generati da chemio e radioterapia come ad esempio il senso di nausea, vomito, astenia, neuropatia da tossicità, ansia oltre all’ incremento delle difese immunitarie nel paziente sottoposto ai trattamenti.”

A questo link sono indicate le medicine complementari disponibili  nei servizi sanitari aziendali.