Notizie

Contro i tempi di attesa, accordo tra Asl e Careggi per la cardiologia nell’empolese Sei medici da martedì negli ambulatori degli ospedali di San Miniato e San Pietro Igneo. “Impegno comune per smaltire le liste”

Scritto da Paola Baroni

Un nuovo accordo attivato dall’Azienda sanitaria Toscana centro con l’AOU Careggi porterà dalla prossima settimana sul territorio dell’Empolese Valdelsa Valdarno, sei nuovi medici cardiologi dell’Azienda ospedaliera.

Nell’accordo firmato tra i direttori generali delle due Aziende, si concretizza l’impegno della Regione Toscana per l’abbattimento dei tempi di attesa a partire dalla specialistica medica cardiologica dell’empolese.

I cardiologi di Careggi saranno presenti per sei giorni la settimana tra gli ambulatori di cardiologia dell’ospedale San Pietro Igneo di Fucecchio e quello “Degli Infermi” a San Miniato. Si inizia martedì 5 luglio con una seduta pomeridiana ma nella settimana sono previste visite cardiologiche anche nella mattina, dal lunedì al sabato. La prossima settimana saranno garantite due sedute la mattina e quattro il pomeriggio su sei turni, con una programmazione che si conta di far diventare stabile anche nelle settimane successive. I medici cardiologi riceveranno in orario pomeridiano dalle 15 alle 20 e la mattina dalle 8 alle 13. Il mercoledì pomeriggio sono previsti due turni.

Gli ambulatori dove saranno effettuate le visite sono dotati di ecocardiografo ed Ecg, con presenza dell’infermiere.

Grazie alla collaborazione con l’azienda ospedaliero universitaria di Careggi – dichiara il direttore generale della Asl Toscana centro, Paolo Morello Marchese - possiamo pensare a una riduzione delle liste di attesa a cominciare dalle prestazioni cardiologiche dell’empolese, così come richiesto dal sistema sanitario regionale impegnato a contenere e ad abbattere i tempi di attesa. Questa azione condivisa con Careggi è la dimostrazione dei risultati positivi a cui può portare l’impegno su questo fronte da parte delle Aziende sanitarie della Toscana. E’ obiettivo comune riportare le prestazioni entro i tempi massimi previsti dal piano regionale”.

“Una opportunità per l’Azienda ospedaliero universitaria Careggi di Firenze – commenta il direttore generale Rocco Damone – di uscire dai confini della propria area sanitaria per andare verso i cittadini, consentendo ai nostri professionisti di costruire, grazie alla disponibilità dell’Asl e della Direzione dell’Assessorato alla Salute della nostra regione, un nuovo modello di rapporto sempre più diretto con il territorio”.

Di recente per le visite cardiologiche, l’Azienda sanitaria si è impegnata a potenziare l’offerta interna anche dell’ospedale San Giuseppe e ad attivare nuovi accordi con gli istituti accreditati dell’Empolese Valdelsa Valdarno. Mentre il potenziamento dei servizi territoriali è già in atto da tempo nell’empolese con l’apertura della nuova Casa della Salute di San Miniato.

Per le prenotazioni delle visite specialistiche si ricorda che è attivo il nuovo sistema centralizzato Cup 2.0 che dà la possibilità di visionare tutte le offerte a disposizione nei territori della Asl. La prenotazione può essere effettuata anche tramite numero unico aziendale 055545454 o presso i punti abilitati con ricetta dematerializzata, presso gli istituti accreditati, le farmacie e le associazioni di volontariato.

Comunicato stampa congiunto USL Toscana centro - Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi