Disturbi alimentari

I nostri servizi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

i nostri servizi   >torna alla pagina dei disturbi alimentari>

 
> Servizi ambulatoriali 

L’offerta terapeutica, in linea con le più recenti raccomandazioni internazionali, prevede un intervento ambulatoriale garantito da un gruppo multiprofessionale costituito da psichiatri e neuropsichiatri infantili, psicologi e dietisti.
  
Dopo una prima fase di accoglienza e diagnosi, viene avviato un percorso di cura specifico che prevede un costante monitoraggio medico e nutrizionale associato a psicoterapia  individuale o di gruppo. La presenza di specialisti sia dell’area minori che dell’area adulti serve anche a garantire una continuità terapeutica che riduca al minimo i rischi di drop-out nella fase di transizione.
  
Per le situazioni cliniche più critiche e che necessitano di un’alta intensità di cura ambulatoriale, è prevista l’attivazione nelle due sedi del “pranzo terapeutico”, un modo perché gli utenti, sotto la guida di dietisti e psicologi, possano sperimentare ed apprendere approcci al cibo ed all’alimentazione più sani e funzionali. Il processo di cura prevede anche interventi psicoeducativi e di supporto rivolti ai familiari.

L’onere economico per i cittadini residenti nel territorio della Usl Toscana centro è pari al pagamento per “prima visita specialistica psichiatrica” e per “prima valutazione dietistica” secondo i tariffari vigenti, distinti per fasce di reddito, del Servizio Sanitario Regionale.

Dopo la prima visita/valutazione, se il paziente risponde ai criteri diagnostici per patologia alimentare e si concorda una presa in carico da parte del Servizio, tutte le prestazioni specialistiche del percorso terapeutico sono gratuite previa certificazione di esenzione per patologia (codice di riferimento nazionale 005).

Consulta il materiale informativo sulle diverse tematiche:

> gruppo a orientamento DBT per adolescenti con problematiche di disregolazione emotiva (TPX 5703)

> gruppo di intervento ARFID disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo (tpx 5658)

> gruppo di intervento basato sulla terapia cognitivo comportamentale migliorata (tpx 5516)

> gruppo di intervento basato sulla terapia dialettico comportamentale (tpx 5519)

> gruppo di intervento basato sulla terapia dialettico comportamentale (tpx 5520)

> gruppo motivazione basato sulla terapia cognitivo comportamentale migliorata (tpx 5518)

> intervento di gruppo con i familiari (tpx 5517)

> pasto terapeutico (tpx 5521)

> Ricoveri Ospedalieri
Qualora si renda necessaria un’ospedalizzazione per criticità psicopatologiche per adulti, il luogo dedicato è il Servizio Psichiatrico di diagnosi e cura (SPDC) del presidio ospedaliero San Giuseppe di Empoli, dove opera personale con specifica formazione.

Per i minorenni il luogo dedicato per l’ ospedalizzazione è il reparto di psichiatria dell’infanzia ed adolescenza del AOU Meyer.
  
I ricoveri in regime riabilitativo semiresidenziale e residenziale effettuati dopo la fase post-critica, come da linee guida, devono prevedere una continuità terapeutica assistenziale con i percorsi ambulatoriali presenti nel territorio e devono essere pertanto effettuati prioritariamente in strutture con i caratteri di prossimità, accessibilità e omogeneità delle cure. A questo scopo l’ASL Toscana centro ha stipulato una specifica convenzione con la Clinica specialistica psichiatrica Villa dei Pini di Firenze.
  

> Collaborazione con la Chirurgia Bariatrica
Il Centro Disturbi dell’Alimentazione collabora con la SOS di Chirurgia Bariatrica della Azienda Toscana Centro con l’obiettivo di assicurare ai pazienti che si sottopongono ad intervento chirurgico un adeguato percorso di supporto e sostegno psichiatrico e psicologico.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.