Ospedale San Giovanni di Dio

Chirurgia generale - Ambulatori:

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

 

Direttore F.F.:

 Alessandro Anastasi

Assistenza infermieristica:

 Tel. 055 6932602

Cosa facciamo:

La Struttura Operativa Complessa di Chirurgia Generale dell'Ospedale San Giovanni di Dio esegue ogni anno una media 1500 interventi chirurgici elettivi, 500 interventi chirurgici urgenti e 3000 visite ambulatoriali.

L’attività include
• il trattamento della patologia oncologica e non dell’apparato digerente (stomaco, vie biliari, pancreas, intestino tenue, colon e retto)
• la chirurgia d’urgenza
• il trattamento della patologia complessa della parete addominale (ernie e laparoceli post-chirurgici)
• la chirurgia a minore complessità, per la quale è prevista una degenza più breve.

L’ospedale dispone di 3 reparti di degenza: la Chirurgia Programmata A, per i paziente sottoposti ad interventi chirurgici maggiori, la Chirurgia Programmata B, per la chirurgia a ciclo breve e la Chirurgia d’Urgenza per i pazienti provenienti dal Pronto Soccorso.
Presso il reparto di Chirurgia Programmata vengono ricoverati i pazienti sottoposti ad interventi di chirurgia maggiore ed oncologica. Il personale medico, infermieristico e socio-sanitario collabora per garantire al paziente un recupero rapido e sicuro, applicando protocolli standardizzati di gestione peri-operatoria. In particolare, alcuni pazienti selezionati secondo le relative linee guida, vengono inseriti nel percorso ERAS (Enhanced Recovery After Surgery) e sottoposti a chirurgia mininvasiva, con l’obiettivo di un rapido recupero, una degenza media inferiore ad una settimana ed un precoce reinserimento nelle loro abituali attività.
Presso il reparto di Chirurgia a ciclo breve vengono effettuati interventi di chirurgia della parete addominale, proctologia e colecistectomia laparoscopica. Il nostro reparto, primo fra tutti quelli dell’area Toscana Centro, dopo anni di esperienza, applica, in pazienti, selezionati, sottoposti a colecistectomia laparoscopica, un protocollo di dimissione precoce, quando possibile, nello stesso giorno dell’intervento.
Questa opportunità è stata accolta con soddisfazione dai pazienti, che possono beneficiare di un rapido ritorno nel proprio ambiente pur mantenendo uno stretto controllo da parte del Chirurgo di riferimento nella prevenzione di eventuali complicanze. Nel 2019 la nostra U.O. di Chirurgia ha sottoposto a questo tipo di procedura oltre 60 pazienti.

Presso il Presidio Ospedaliero Piero Palagi si effettuano, invece, interventi di chirurgia ambulatoriale in anestesia locale, tra cui: l’asportazione di lipomi, cisti sebacee o lesioni cutanee.

Il nostro reparto di Chirurgia è il centro di riferimento dell’Azienda USL Toscana Centro per la Chirurgia Pancreatica. I pazienti con diagnosi di neoplasia del pancreas o della via biliare distale, diagnosticata nei presidi dell’intera area, vengono qui trattati in maniera multidisciplinare in collaborazione con le altre strutture specialistiche presenti nel nostro ospedale (Chirurgia Vascolare, Radiologia Interventistica, Endoscopia Operativa, Oncologia e Anatomia Patologica) senza le quali il trattamento di questi pazienti complessi non sarebbe adeguato.
È così che i nostri casi di patologia oncologica vengono discussi nelle riunioni settimanali del G.O.M. (Gruppo Oncologico Multidisciplinare) a cui partecipano, oltre ai chirurghi, gli specialisti in oncologia, radioterapia, gastroenterologia, endoscopia e radiologia, in modo da indirizzare il paziente verso un percorso ottimizzato e personalizzato.

Principali patologie trattate in elezione:

La Struttura Operativa Complessa di Chirurgia Generale dell’ospedale San Giovanni di Dio si occupa, tra le altre patologie, principalmente di:

• Patologia tumorale del pancreas, del duodeno e della via biliare;
• Tumori dello stomaco;
• Tumori dell’intestino tenue;
• Tumori del colon e del retto;
• Tumori del canale anale;
• Diverticolite del colon e sue sequele;
• Malattia da reflusso gastro-esofageo e ernia iatale;
• Calcololosi della colecisti e del coledoco;
• Patologia della tiroide benigna e maligna;
• Patologia semplice e complessa della parete addominale;
• Patologia proctologica;
• Patologia della milza.

Principali patologie trattate in urgenza:

La Struttura Operativa Complessa di Chirurgia Generale dell’ospedale San Giovanni di Dio si occupa, tra le varie attività, di Chirurgia d’Urgenza e provvede alle urgenze, sia traumatiche che non, provenienti sia dal Pronto Soccorso che dagli altri reparti dell'ospedale, per le quali costituisce punto di riferimento istituzionale sia per l’attività di consulenza che per gli eventuali interventi chirurgici.

Una équipe chirurgica è disponibile in modo continuativo al fine di assicurare l'iter diagnostico-terapeutico, secondo le linee guida internazionali, sia delle emergenze (pazienti per i quali l'intervento chirurgico deve essere realizzato nel più breve tempo possibile) che delle urgenze (pazienti per i quali l'intervento chirurgico deve essere effettuato entro le 24-48 ore). Sono, inoltre, disponibili due sedute settimanali programmabili per le eventuali urgenze differite.
Disponiamo di un reparto di degenza dedicato a questo tipo di settore chirurgico, dove è garantita una continua assistenza medica, facente capo alle diverse specialistiche, ed infermieristica.
La struttura è in grado, inoltre, di offrire moderne tecniche per il trattamento conservativo delle lesioni emorragiche mediante angiografia ed eventuale trattamento endovascolare, grazie al servizio di Radiologia Interventistica e Chirurgia Vascolare.
Le urgenze vengono trattate, là dove è possibile, privilegiando le metodiche mini-invasive allo scopo di ridurre lo stress chirurgico e favorire la ripresa delle normali attività in tempi ridotti. Nel nostro ospedale, è attivo, dal Lunedì al Venerdì, un ambulatorio, medico o infermieristico, per la rivalutazione clinica e le medicazioni dei pazienti operati o a noi riferiti dal Pronto Soccorso. La nostra Unità Operativa collabora anche con l’ambulatorio per la gestione delle stomie e per la terapia delle ferite complicate.
Le principali patologie trattate in urgenza:

• Appendicite acuta;
• Calcolosi della colecisti e sue complicanze;
• Occlusione intestinale da causa neoplastica e non;
• Complicanze della patologia erniaria della parete addominale;
• Complicanze della patologia gastrica (ulcera gastroduodenale sanguinante o perforata, tumore dello stomaco sanguinante, perforato o condizionante stenosi gastrica);
• Complicanze della patologia dell’intestino tenue e del colon (tumore sanguinante o condizionante stenosi colica con occlusione intestinale, diverticolite associata a peritonite, perforazione, ischemia intestinale);
• Patologia traumatica della milza (dove è possibile con approccio laparoscopico);
• Pneumotorace traumatico e spontaneo;
• Patologia proctologica urgente (ascessi perianali, pilonidali e trombosi emorroidaria).

Reparti e sale operatorie:

• 3 reparti con letti di degenza: uno per la chirurgia programmata, uno per la chirurgia a ciclo breve e uno per la chirurgia d’urgenza;
• 1 sala operatoria dedicata con tutte le tecnologie necessarie;
• 2 sale operatorie dedicate principalmente alla chirurgia ambulatoriale complessa;
• 1 sala operatoria sempre attiva per le urgenze.

Ambulatori:

• Chirurgico (prime viste e post-ricovero);
• Proctologico;
• Chirurgia endocrina;
• Patologia della parete addominale.