Archivio Comunicati Stampa (2019 - 2023)

Notizie

Psiconcologia, attivo il supporto telefonico per il paziente oncologico La Psicologia clinica in campo

Scritto da Paola Baroni

Due servizi delle strutture di Psiconcologia e di Psicologia Clinica, fra loro integrati, presenti all’interno dell’Azienda per far fronte a paure e angosce che questo momento emergenziale porta con sé e che nei pazienti oncologici e nelle loro famiglie sono amplificate dalla malattia già presente. Il primo è un servizio telefonico rivolto sia ai pazienti oncologici sia a quelli già in assistenza e ai loro familiari, minori compresi, sia a coloro che desiderano prendere contatto per la prima volta. Attivato per andare incontro a chi vorrebbe accedere ai servizi della psiconcologia

ma ha paura di aggravare la propria condizione clinica, il servizio è curato dalla struttura di Psiconcologia della Ausl Toscana centro diretta da Lucia Caligiani. L’obiettivo è duplice: garantire una continuità di sostegno ai pazienti oncologici e ridurre al minimo l’accesso sia alla sede della struttura di Psiconcologia presso l’ospedale Santa Maria Annunziata sia presso gli altri presidi ospedalieri di accesso ai servizi. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 18, chiamando il numero telefonico 055 6936628.

La Psiconcologia si occupa anche di supporto e sostegno nel fine vita e nel lutto. Il numero infatti è disponibile anche per chi ha necessità di usufruire del Servizio ALBA (Assistenza al Lutto Bambini e Adolescenti). Gli psiconcologi naturalmente sono a disposizione per gestire urgenze presenti in sede. Viene infatti mantenuta l’attività dei Day Hospital oncologici sia per pazienti che per il personale. La Psiconcologia è una struttura a carattere dipartimentale ed è attiva in tutti i presidi ospedalieri (Santa Maria Annunziata, San Giovanni di Dio, Serristori, Santa Maria Nuova, ospedale Mugello, San Giuseppe di Empoli, S.S. Cosma e Damiano di Pescia, San Jacopo di Pistoia, Santo Stefano di Prato) in cui è presente il Dipartimento Oncologico della Ausl Toscana centro.

Il servizio della struttura di Psicologia clinica diretta da Silvia Lapini è invece rivolto sia al personale sanitario ospedaliero in prima linea in questa fase emergenziale sia ai pazienti ricoverati con Covid-19 e ai loro familiari secondo le necessità rilevate dall’equipe curante. Per gli operatori è disponibile lo sportello psicologico, prevalentemente telefonico, aperto tutti i giorni in ogni presidio ospedaliero aziendale. Il contatto con l’operatore successivamente è sempre telefonico. L’obiettivo in questo caso è favorire la decompressione emotiva, in particolar modo in quegli operatori che lavorano in prima linea nella cura dei pazienti con Covid-19. A seguito del triage telefonico, lo psicologo concorderà con l’operatore un eventuale colloquio finalizzato ad allentare tensione e ansia. Anche i pazienti ricoverati per Covid, quando le condizioni cliniche lo consentono, possono essere contattati telefonicamente. Il servizio sia per gli operatori che per i pazienti Covid è partito nella sua struttura di fondo ma verrà implementato e rimodulato tenendo conto delle nuove esigenze e del contesto in continuo mutamento.