Ginocchio

Lesioni del legamento crociato anteriore

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

il legamento crociato anteriore (LCA) è un fascio fibroso molto resistente che ha la funzione di stabilizzare il ginocchio impedendo lo spostamento anteriore della tibia rispetto al femore. il LCA fa parte dei 4 legamenti più importanti del ginocchio insieme al legamento crociato posteriore (LCP), al legamento collaterale mediale (LCM) e il legamento collaterale laterale (LCL).

lesioni del legamento crociato1 

 

 

 

 

 

Il LCA e il LCP formano il cosiddetto pivot centrale all’interno dell’articolazione del ginocchio incrociandosi tra di loro (da qui il termine di legamenti crociati).

Il LCA è formato da due fasci, uno anteromediale, più spesso e un postero laterale, più sottile.

Traumi al ginocchio sia diretti che indiretti possono causare una distorsione importante dell’articolazione determinando la lesione del LCA. Molto spesso questo tipo di lesione si osserva in individui che praticano sport come calcio, sci o basket in cui traumi distorsivi causano rotazioni forzate o un’eccessiva estensione del ginocchio.

Dopo i traumi sportivi la seconda causa più frequente di lesione del legamento sono gli incidenti stradali. Spesso in questi tipi di traumi si possono associare lesioni ad altre strutture legamentose, cartilaginee e meniscali.

 lesioni del legamento crociato2

 

 

 

 

il legamento crociato anteriore (LCA) è un fascio fibroso molto resistente che ha la funzione di stabilizzare il ginocchio impedendo lo spostamento anteriore della tibia rispetto al femore. il LCA fa parte dei 4 legamenti più importanti del ginocchio insieme al legamento crociato posteriore (LCP), al legamento collaterale mediale (LCM) e il legamento collaterale laterale (LCL).

lesioni del legamento crociato1 

 

 

 

 

 

Il LCA e il LCP formano il cosiddetto pivot centrale all’interno dell’articolazione del ginocchio incrociandosi tra di loro (da qui il termine di legamenti crociati).

Il LCA è formato da due fasci, uno anteromediale, più spesso e un postero laterale, più sottile.

Traumi al ginocchio sia diretti che indiretti possono causare una distorsione importante dell’articolazione determinando la lesione del LCA. Molto spesso questo tipo di lesione si osserva in individui che praticano sport come calcio, sci o basket in cui traumi distorsivi causano rotazioni forzate o un’eccessiva estensione del ginocchio.

Dopo i traumi sportivi la seconda causa più frequente di lesione del legamento sono gli incidenti stradali. Spesso in questi tipi di traumi si possono associare lesioni ad altre strutture legamentose, cartilaginee e meniscali.

 lesioni del legamento crociato2

 

 

 

 

Sintomi e diagnosi.

I sintomi variano da paziente a paziente. Classicamente dopo il trauma si avverte un dolore intenso con una forte sensazione di cedimento del ginocchio. Subito dopo insorge rapidamente un gonfiore marcato e una impossibilità a piegare o estendere il ginocchio. Utile se il trauma è stato di importanti entità eseguire una radiografia per escludere eventuali fratture.

Questo quadro tende a risolversi spontaneamente dopo 2 settimane dal trauma con riposo, ghiaccio e antiinfiammatori. Quello che resta è la sensazione di instabilità del ginocchio con l’impossibilità a tornare alle normali attività sportive.

La diagnosi si basa su un esame obiettivo ortopedico dell’articolazione e l’utilizzo di alcuni test specifici come il test del cassetto anteriore, il test di Lachman e il jerk test. Spesso l’esame del ginocchio viene rimandato dopo la risoluzione della fase acuta per facilitare una corretta valutazione. La richiesta di una risonanza magnetica permette oltre a confermare la rottura del LCA anche di studiare le altre strutture del ginocchio che potrebbero essersi lesionate durante il trauma.

Trattamento

Il trattamento può essere conservativo o chirurgico. La decisione si basa su vari fattori come il tipo di lesione, l’età del paziente, la richiesta funzionale e lo stile di vita.

Con una lesione del LCA si può svolgere una vita normale astenendosi da attività sportive che richiedono il contatto fisico e movimenti repentini con cambi direzionali (calcio, sci, basket e pallavolo).

In casi di lesione parziale può essere sufficiente un buon rinforzo muscolare con esercizi di potenziamento dei muscoli della coscia in modo da aumentare la stabilità del ginocchio.

La lesione del LCA in giovani sportivi pone in genere indicazione alla ricostruzione chirurgica del legamento. Pazienti con alta richiesta funzionale o che praticano sport agonistici necessitano di un intervento per stabilizzare l’articolazione del ginocchio, altrimenti possono accumulare nuovi traumi distorsivi che portano ad ulteriori lesioni delle strutture articolari ed in fine allo sviluppo di artrosi.

La riparazione chirurgica del LCA consiste nel ricostruire il legamento leso utilizzando un cosiddetto graft (o innesto). I graft utilizzati più spesso sono i tendini autologhi (prelevati dallo stesso paziente) del semitendinoso e del gracile o il tendine rotuleo. Si può far ricorso per la ricostruzione anche a graft sintetici o allograft (donati da cadavere). 

La tecnica più frequentemente utilizzata è quella che prevede il prelievo dalla stessa coscia del paziente di due tendini, il semitendinoso ed il gracile (tendini della zampa d’oca). Questi tendini vengono trattati e uniti a formare un unico cordone rigido che sostituirà il LCA rotto. Ciò che resta del vecchio legamento danneggiato viene rimosso e sostituito con il neo-legamento che viene fatto passare attraverso dei tunnel ossei nel femore e nella tibia e fissato con viti, bottoni o cambre.

 L’intervento viene eseguito in artroscopia ovvero senza aprire la capsula articolare del ginocchio utilizzando dei piccoli fori dove far passare la telecamera e gli strumenti necessari.

lesioni del legamento crociato3    lesioni del legamento crociato4

Decorso post-operatorio

la dimissione dall’ospedale di solito avviene in seconda giornata. Si richiede l’utilizzo di stampelle per le prime settimane e sarà impostato da subito un protocollo di riabilitazione per recuperare il pieno movimento del ginocchio. il ritorno alla pratica sportiva avviene in media dopo i 6 mesi dall’intervento.